Quale felicità? Dal PIL al BIL: tempo, denaro, lavoro e benessere.

La scuola ha come meta quella di sperimentare in gruppo un itinerario che sia insieme culturale, politico, spirituale. Quest’anno ci interrogheremo sul senso della felicità e del rapporto tra denaro, lavoro, benessere economico e politiche di cittadinanza. La crisi che le società di mercato stanno attraversando è solo crisi economica o anche crisi relazionale, esasperata dalla grande illusione del mercato che ha monetizzato ogni tipo di relazione umana? Quale politica per un modo migliore di essere comunità che consenta attraverso la riappropriazione del tempo per sé un più vero benessere? Sono temi che appartengono alla filosofia, alla politica, all’economia e alla religione, ma che sono profondamente trasformati da una “differenza” di sguardo e di esperienza e, pertanto, anche in grado di trasformare noi stesse\i e ciò che ci circonda, aprendo a un’azione politica radicale. E’ importante narrare questi percorsi per comprendere quello che accade a ciascuna\o di noi, ma che non riguarda solo noi, e che ci consente di agire con consapevolezza, fiducia e responsabilità politica.